Mangiare a Venezia all’Osteria da’a Marisa

Dal primo giorno di università ho sentito parlare della Marisa. Il nostro professore di economia del turismo la citava in continuazione  ma ci abbiamo messo alcune settimane per capire chi fosse: la signora in questione è la proprietaria dell’Osteria da’a Marisa che si trova sulla fondamenta di San Giobbe, vicino alle nostre aule. Nei mesi successivi questa sorta di mito si è ripresentato spesso: a quanto pare la sua cucina era davvero fenomenale, così tanto che anche Arrigo Cipriani (il Signor Harry’s Bar!) la riteneva quasi la cuoca migliore di Venezia.

Ora, dopo diversi mesi, finalmente anche io ho mangiato dalla Marisa: la prima occasione è stata dopo un esame, io e un paio di amiche ci siamo fermate lì perché ci sembrava assurdo non averla  ancora provata, detto fatto, abbiamo rimediato alla nostra mancanza.

A pranzo si può scegliere solitamente tra un paio di primi, un paio di secondi e contorni ma purtroppo non ci sono dolci a quest’orario. L’atmosfera è la più casalinga e autentica possibile: qui si mangia gomito a gomito con studenti, turisti (pochi) e lavoratori della zona (decisamente in maggioranza!). I piatti sono più che abbondanti, ricchi e genuini, il tipico “pranzo dalla nonna” quello da cui esci rotolando e non ti senti in colpa nemmeno per la quantità di grassi ingeriti perché tutto era troppo buono. Io questa volta ho scelto un piatto di pasta con i folpetti (polipetti). A quest’orario ci sono menù a prezzo fisso: primo + acqua + caffè a 8€; primo + secondo e contorno + acqua + caffè a 15€ ma vi assicuro che non ha niente a che vedere con i menù turistici che si vedono in giro per Venezia.

Ieri sera poi, dopo tanta insistenza da parte di mio papà, ho portato la famiglia a provare la famosa cucina della Marisa. A cena la situazione è diversa, tutti i clienti hanno lo stesso menù fisso a 35€, tutto compreso. A quanto pare d’estate è a base di pesce, mentre d’inverno può essere anche di carne. Comunque, a noi sono stati proposti: 4 antipasti, tra cui folpetti, cozze gratinate, baccalà alla vicentina e pesce (di cui ammetto, non so il nome!) marinato, accompagnati da polenta; una lasagna di pesce; frittura mista e crema di mascarpone con Baicoli e amaretti; vino bianco, acqua e caffè. Le porzioni son giuste giuste per essere sazi ma senza rischiare il tracollo, la qualità direi ottima e sempre autentica.

In definitiva direi che questa è una tappa davvero consigliabile, ma solo se non siete vegetariani e se volete provare la vera atmosfera da osteria veneziana, senza badar troppo al servizio ridotto all’osso. Purtroppo lo spazio è quel che è: all’interno non credo ci sia posto per più di 25 persone e ovviamente i tavoli sul canale sono altrettanti e disponibili solo d’estate, il consiglio è ovviamente quello di prenotare, in particolare per la cena (si fa un “giro” solo di servizio). L’osteria si trova abbastanza vicina alla stazione ferroviaria e al ponte delle Guglie in una zona tranquilla e poco frequentata dai turisti. Un neo di sicuro è che non è possibile pagare con carte e bancomat ma solo in contanti.

Osteria da’a Marisa
Cannaregio 652b – Fondamenta San Giobbe (percorrerle quasi fino infondo, fermarsi dopo il secondo ponte), Venezia
tel: 041 72 02 11

Annunci

Un pensiero su “Mangiare a Venezia all’Osteria da’a Marisa

  1. Pingback: Guida per una Venezia low cost | Riako

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...