Isole in rete parte prima con SlowVenice

Isole in Rete 2014 - Slow Venice

Ormai credo di avervelo detto in ogni salsa: da aprile sono in tirocinio da SlowVenice e oggi ho scritto la mia prima newsletter, riguardo le escursioni che abbiamo fatto lo scorso week end in occasione di Isole in Rete, di cui avevo parlato anche su Viaggi Low Cost. Ho pensato di riportarla anche qui, per condividere anche con voi questo “passaggio”.

Sono state due le isole protagoniste della nostra prima domenica di Isole in Rete: una piccola, un fazzoletto di terra un po’ stropicciato lì nel mezzo della Laguna che nel corso dei secoli “ne ha viste di ogni”, l’altra una sorta di campagna nella Laguna, che un tempo era il confine col mare. 

Giada e Michele sono state le guide che, con la passione di chi vuole trasmettere l’amore per il proprio territorio, ci hanno spalancato le porte di questi piccoli mondi immersi nella natura, per far scoprire a me e agli altri partecipanti il passato, il presente e forse anche un po’ di futuro della Certosa e di Sant’Erasmo. 

Lo scorso anno ho partecipato a Isole in Rete come una qualsiasi visitatrice, rimbalzando con gli amici da un’isola all’altra senza partecipare ad alcuna escursione organizzata, questa edizione invece, grazie a SlowVenice, presso cui sono in prestito come stagista, l’ho vissuta un po’ da insider.

Non me lo sono fatta ripetere due volte quando Roberta mi ha chiesto se avessi voluto partecipare alle prime due escursioni organizzate per l’evento.

Questa volta, quindi, alla mattina mi sono affidata a Giada  che oltre a condurci nei luoghi più segreti e particolari dell’isola della Certosa ci ha fatto scoprire qualcosa di più riguardo il progetto che si sta realizzando qui per creare un grande giardino aperto a tutti. Nel pomeriggio invece sono stata a Sant’Erasmo, una Venezia diversa, che si muove su due ruote: siamo partiti con Michele dalla Torre Massimiliana attraversando la spiaggia, per percorrere un lungo sentiero immerso nel verde che costeggia tutta la parte sud dell’isola e permette di scoprirne gli aspetti più vari, camminando circondati da orti e giardini, barene e acqua.

La prossima domenica le escursioni organizzate da Slow Venice saranno proprio in quest’ultima isola: itinerari in bici, guidati da Giada, lungo il sentiero costiero, per scoprire la storia di questa parte di Laguna, gli aspetti naturali e conoscerne la vita di tutti i giorni. Voi sarete dei nostri?”

Chiara
Travel blogger & Stagista presso Slow Venice

 

Che ne dite? 🙂

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...