Kit di sopravvivenza per studenti a Venezia n.1 – I mezzi pubblici

Vaporetto Venezia

Una delle cose che bisogna fare prima possibile quando ci si trasferisce per studiare è informarsi sui mezzi pubblici, i biglietti, gli abbonamenti, le linee giuste da utilizzare ogni giorno. Eccovi una mini – guida per capirci qualcosa in più nell’intricato mondo dell’ACTV (l’azienda dei mezzi pubblici veneziana).

Punto primo – La tessera VeneziaUnica (o IMOB)

Questa è una card identificativa che permette di acquistare gli abbonamenti mensili per le reti di bus e vaporetti a prezzi estremamente vantaggiosi. Proprio per questo motivo che tu viva a Mestre/Marghera, Lido o Giudecca (in questo caso è indispensabile) o in centro storico a Venezia ti consiglio di acquistarla: anche se inizialmente ti sembrerà una grande spesa probabilmente trascorrerai qui almeno due anni di studio, quindi ti assicuro che recupererai presto “l’investimento” e ringrazierai!

Quanto costa?
Se hai la residenza a Venezia spenderai 10€, se ce l’hai in Veneto 30€, se provieni da fuori Regione 50€.

Per quanto tempo vale?
La card ha una validità di 5 anni ed è associata al tuo nome e al tuo volto, quindi è strettamente personale e non può essere ceduta.

Come e dove acquistarla?
Per acquistarla bisogna compilare un form online e successivamente ritirarla o semplicemente recarsi ad uno degli sportelli. Per chi vive a Venezia i più comodi sono a Piazzale Roma o a Rialto, a Mestre invece si trova in via Verdi.
In alcuni casi è necessario portare la fototessera (se siete sfortunati vi fanno invece una terribile foto con la webcam al momento, quindi cercate di essere presentabili per questa eventualità! :P) con scritto dietro i vostri dati e ovviamente ricordate di avere con voi la Carta d’Identità.

Punto secondo – Biglietti e Abbonamenti

Biglietti

1 biglietto valido 60′ per il vaporetto SENZA VeneziaUnica costa 7€
1 biglietto valido 60′ per il vaporetto CON VeneziaUnica costa 1,30€
1 biglietto valido 75′ per il bus costa SEMPRE 1,30€

Il motivo per cui vi ho scritto che conviene fare la tessera, a prescindere che la dobbiate utilizzare ogni giorno, è che i prezzi dei vaporetti sono a dir poco proibitivi: basterà prendere 9 volte i battelli nei cinque anni di validità della tessera che avrete recuperato la spesa (50€ + 1,30€ * 9 viaggi)… e vi assicuro che qualche volta vi verrà voglia di fare un bagno al Lido, di andare a Burano a vedere le casette colorate o magari dovrete andare a Mestre per trovare un amico!

Abbonamenti

Chi deve utilizzare ogni giorno i mezzi pubblici dovrà per forza fare un abbonamento e per gli studenti ci sono prezzi speciali. Quando andate allo sportello per fare la card VeneziaUnica dovrete anche dichiarare questa vostra condizione scrivendo l’università e il corso cui siete iscritti e portare con voi un certificato di iscrizione.

I prezzi degli abbonamenti mensili per gli studenti sono di 23€ per una rete (o bus o vaporetti) oppure 25€ per le due reti. L’abbonamento per i vaporetti vale per navigare in tutta la Laguna (compresi anche il Lido, Punta Sabbioni, tutte le isole) ma non fino a Pellestrina e Chioggia, mentre per quanto riguarda l’abbonamento dei bus si può utilizzare su tutta Mestre, Marghera ed anche i mezzi del Lido.

Chi preferisce togliersi il pensiero subito può fare anche l’abbonamento annuale, che ha un prezzo di 210€ per una rete e 230€ per due reti, il prezzo è ottimo perché è come pagare 9 mesi invece che 12. Nella pagina del sito dedicata (cliccate su “abbonamento annuale” per aprirla) si trovano anche le istruzioni per poterlo pagare a rate.

Bus ACTV Mestre

Punto terzo – Le linee dei mezzi pubblici

Autobus

Chi vive a Mestre per raggiungere Venezia dovrà utilizzare i bus (da tempo si sta lavorando per il tram…): le linee che collegano la terraferma e la Laguna sono tante, le principali sono:

n. 2 – passa da via Garibaldi, via Circonvallazione, via Piave e la Stazione FS. Dalle 21 circa e nei week end le corse sono più diradate e si alternano una completa ed una che ferma a metà del percorso alle Piscine CONI (n. 2L)
n. 4L – parte da Colombo/Mestre centro e percorre corso del Popolo. Da dopo le 21.30 diventa n. 4 e oltre alla sua tratta normale copre anche quella del tram arrivando fino a Favaro.
n. 7 – passa per via Miranese, via Carducci e via Cappuccina
n. 12 – percorre viale San Marco e via Bissuola. La domenica non c’è, per via San Marco si possono prendere i Noale o Scorzè, per via Bissuola il 24.
n. 24 – percorre tutta la zona nelle vicinanze di Parco Albanese (o Parco Bissuola), fermando in via Pertini, via Bissuola e via San Donà; la variante n. 24H invece va anche all’ospedale e alla zona commerciale dell’Auchan

n. N1 –  linea notturna circolare che percorre tutto viale San Marco, passa in centro a Mestre e poi percorre via Carducci e via Piave per poi ritornare a Venezia
n. N2 – seconda linea notturna che però va anche a Marghera, nella zona dietro la Stazione FS di Mestre per poi percorrere Corso del Popolo e viale San Marco
Da Venezia poi c’è anche una navetta gratuita (se spendete almeno 4€) per raggiungere il Panorama di Marghera.

Discorso a parte va fatto per il caso di chi deve andare in università in via Torino a Mestre.
Da Venezia si può prendere il bus n. 40 che arriva direttamente al Campus Scientifico ma che c’è solo a certi orari, in alternativa si possono unire le tratte n. 2 fino alla Stazione di Mestre + n. 31, oppure n.4 fino a Colombo/Mestre Centro + n.32.

In questa pagina si trova l’elenco aggiornato di tutte le linee con mappe e fermata e sempre qui si trova la mappa che indica i bus che circolano la domenica. Controllate bene perché certe linee hanno orari e tratte diverse a seconda della fascia oraria.

Vaporetti

Se invece vivete a Venezia, o comunque dovete spostarvi in Laguna, dovrete utilizzare i vaporetti. Molto utile è la mappa che si trova a questa pagina con tutte le linee disponibili.
Per raggiungere le sedi universitarie di solito non c’è bisogno di utilizzare nessun mezzo pubblico perché sono tutte abbastanza vicine a piazzale Roma ed ovviamente è meglio aver casa in zona, comunque ecco qualche consiglio.

  • Campus Economico di San Giobbe
    linee 4.1, 4.2, 5.1, 5.1; fermate Crea e Tre Archi
  • Santa Marta e Cotonificio (IUAV)
    linee 4.1, 4.2, 5.1, 5.1; fermata S.Marta
  • San Basilio, San Sebastiano (CLA), Aula Barbarigo, Palazzina Briati, Palazzo Cosulich, Magazzino 6 e 7 (IUAV), Terese(IUAV)
    linee 2, 5.1, 5.2; fermata S.Basilio
  • Palazzo Cosulich, Biblioteca Zattere/CFZ, Ca’ Bembo
    linee 2, 5.1, 5.2, 6; fermata Zattere
  • Ca’ Foscari Centrale, Ca’ Bernardo, Rio Nuovo, Ca’ Cappello, Ca’ Dolfin, Ca’ Bottacin e Masieri (IUAV)
    linee 1, 2; fermata San Tomà e linea 1; fermata Ca’ Rezzonico 
  • Palazzo Vendramin e Malcanton Marcorà sono in una posizione un po’ strana, lontana dalle fermate dei vaporetti, ci si può arrivare utilizzando le linee che fermano a S. Basilio o a Ca’ Rezzonico
  • Sede Centrale IUAV, Palazzo Badoer, Campo della Lana e Casa del Gondolier (tutte sedi IUAV)
    linee 1, 2, 4.1, 4.2, 5.1, 5.2 fermata Ferrovia (o anche Piazzale Roma per linea 1 e 2).
  • Ca’ Tron (IUAV)
    linee 1, 2 fermata San Stae

A questo punto credo di avervi detto tutto quello che mi passava in testa riguardo i mezzi pubblici e come fare VeneziaUnica e abbonamenti. Se qualcuno ha suggerimenti o errori/modifiche da segnalare… non esiti a commentare 🙂

Annunci

9 pensieri su “Kit di sopravvivenza per studenti a Venezia n.1 – I mezzi pubblici

  1. Brava, brava, sempre utile una guida così XD

    se mi permetti di aggiungere un particolare, vorrei evidenziare le tempistiche del muoversi a Venezia: sebbene vivere a Mestre possa sembrare scomodo perché si è costretti a fare il pendolare, in realtà il tempo impiegato non è così elevato e si può risparmiare sul prezzo dell’affitto. Da quasi qualsiasi punto di Mestre a Piazzale Roma ci si impiega non più di mezz’ora, infatti, e i pullman di quasi tutte le linee sono presenti con frequenza ravvicinata (al massimo 15 minuti di attesa).
    Al contrario, decidere di abitare a Venezia per essere più vicini alle sedi non è per forza sinonimo di vivere effettivamente a pochi minuti dalle aule, in quanto sia che si vada a piedi sia che si vada in vaporetto i tempi di percorrenza non sono per forza brevi. A Venezia le tempistiche di movimento sono dilungate rispetto a qualsiasi altra città del mondo, il che è scomodo ma la rende una città da un fascino unico 😛

    e poi sempre per i mezzi pubblici considera anche i mezzi che collegano Venezia al resto del mondo: le stazioni più importanti sono Venezia Santa Lucia, appunto a Venezia, oppure Venezia Mestre. Nel caso si viva a Mestre i pullman che la collegano al resto della città sono buoni, come le circolari o il 2. A Venezia invece dalla stazione di Santa Lucia passan quasi tutte le linee dei vaporetti, ma in ogni caso a pochi minuti a piedi si arriva in Piazzale Roma.
    L’aeroporto di Venezia Marco Polo è ben collegato sia con Mestre che con Venezia (Piazzale Roma) con pullman, e nel caso in cui si abbia l’IMOB il prezzo del biglietto rimane comunque di 1,30€. Viene maggiorato a 2,50€ se invece non si è in possesso della carta. Non sono sicuro, ma mi pare non ci siano collegamenti nelle ore notturne, ma solo dalla mattina all’alba fino a mezzanotte.
    L’altro aeroporto, quello di Treviso usato sopratutto per chi vola con Ryanair, è invece abbastanza distanze. Non so dare consigli su come raggiungerlo se non con bus navetta.

    Concludo dicendo che io non sono di solito così pignolo. Solo, sono sotto tesi, e scrivere consigli su come muoversi a Venezia è più interessante che rileggere dieci volte frasi che ho scritto per trovare errori di battitura o grammaticali dimenticati dal correttore automatico T^T

    • Wow, sei quasi peggio di me! Ora mi sento meno sola, questo post l’ho scritto quando stavo preparando un esame e proprio non avevo voglia di studiare 😛
      in bocca al lupo per la tesi!!

  2. Pingback: Kit di sopravvivenza per studenti a Venezia – Trovare casa | Riako

  3. Ciao! Volevo chiedere un’informazione, con Venezia unica posso ricaricare qualche biglietto da €1,50 per ora e il prossimo mese eventualmente decidere di fare l’abbonamento, senza cambiare la carta vero?

    • Ciao Lisa! Certo 🙂 la tessera quando la acquisti è tua, poi ci puoi caricare biglietti singoli o abbonamenti e anche accumulare biglietti diversi che comunque rimangono 🙂

  4. Domanda scemissima da capra: risiedo da sempre in Emilia e da novembre avrò con contratto regolare per una casa a Venezia sono considerabile “fuori regione” ugualmente?

    • Ciao Filippo 🙂 da quanto ricordo sì, dipende dalla tua residenza. Comunque i soldi che spenderesti all’inizio son ben spesi, quello che risparmi sui biglietti è davvero significativo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...