Mangiare a Mestre, una soluzione per ogni ora del giorno

20140415_105622

Sono quasi tre mesi che ho lasciato la mia casetta mestrina e devo dire che ne sento la mancanza, per sentirmi ancora un po’ lì ecco un post con tutti i posti dove mangiare che negli scorsi due anni ho provato e frequentato a Mestre e che voglio consigliare per non rimanere a stomaco vuoto in nessuna ora del giorno (o della notte).

Colazione

Volete fare una colazione tranquilla prima di buttarvi nel caos veneziano o magari avete voglia solo di una coccola prima di andare al lavoro? Questo è uno dei pasti che più mi piace fare fuori casa anche solo per addentare una buona brioche chiacchierando con un’amica. Il piccolo bar Quanto Basta si trova su via Garibaldi, a pochi passi dal centro, qui con tutta la famiglia è nata un’idea strampalata di un weekend autunnale in Istria e sempre ad uno di questi tavolini ho fatto colazione l’ultimo giorno in cui sono stata nel mio appartamento da studentessa fuorisede. I gestori sono due ragazzi simpatici, sempre disponibili e molto gentili, all’interno ci sono una manciata di tavolini, un bancone con brioche, torte, biscotti e panini, alle pareti sono esposte fotografie e dei pallet in legno che fungono da libreria, perché qui è possibile portare un libro e prenderne su uno di quelli esposti o magari anche solo leggerne uno stralcio mentre si sorseggia un cappuccino. I prezzi sono buoni (le fettone di crostata che mi hanno sempre tentata ma non ho mai preso costano meno di 2€) e le brioche di qualità, probabilmente provenienti da una pasticceria. Qui si può poi anche pranzare o fare un aperitivo, io non ho mai provato ma le proposte scritte sulla lavagnetta esposta hanno sempre avuto un’aria invitante.

Le mattinate invernali invece sono perfette per essere trascorse nel torpore che si crea al Bistrot La Feltrinelli, all’ultimo piano del Centro commerciale Le Barche, che si trova proprio a due passi da Piazza Ferretto. Certo, non è il più tipico dei barettini ma seduti ad uno di questi tavoli ci si riesce a rilassare completamente, immersi nell’atmosfera creata dalla libreria. Nella stagione estiva poi è possibile sedersi sul terrazzino esterno. Anche qui brioche, torte e biscotti affollano la vetrinetta creando un certo imbarazzo nella scelta; questa volta i prezzi sono un po’ più alti e aumentati di 50 cent se ci si siede, ma ne vale la pena perché la mia sensazione è quella di essere in un luogo “altro”, senza tempo, come solo si può fare quando si è circondati da libri. Far colazione qui è la soluzione migliore per la domenica mattina, apre alle 10 solitamente, ma è anche l’unico posto dove non spendere esageratamente e mangiare qualcosa di buono (in piazza Ferretto è impossibile mettere insieme queste due cose a quanto pare…).

Brioches Ceccon Mestre

Se avete fretta e siete in zona, nella piazzetta di Carpenedo, alla fine di via Garibaldi, c’è la pasticceria Ceccon: una garanzia di qualità. Le brioche sono da mangiare prima con gli occhi perché la crema e il cioccolato strabordano dal taglio fatto per la farcitura e una volta addentate mandano in estasi, ovviamente la scelta è ampia e affiancata anche da pasticcini e anche ottimi prodotti per chi preferisce una colazione salata. Prezzi nella media, d’inverno non ci sono posti a sedere se non forse un tavolinetto a cui appoggiarsi, mentre con la bella stagione vengono aggiunti alcuni posti sotto il portico esterno.

Pranzo

Per mangiare qualcosa di veloce a pranzo, magari in pausa dal lavoro, una buona soluzione è di fermarsi all’AcquaAlta, a pochi passi dal centro commerciale Le Barche, sotto i portici di piazza XXVII ottobre. Il locale è molto bello con un arredamento moderno, il soffitto alto ed un’ampia vetrata lo rende luminoso. Ci sono diversi posti per sedersi, solitamente anche all’esterno. Fin dalla mattina ci si può fermare per una colazione, ma quello che ho preferito io è stato il pranzo: solitamente vengono proposti vari piatti del giorno tra cui scegliere, taglieri di salumi, panini, insalate ecc. Il prezzo è più alto rispetto ad altri bar ma i prodotti sono di qualità e la scelta ampia, quindi direi che per una volta si possono spendere un paio di euro in più!

Merenda 

Se si è alla ricerca di una merenda salata, magari durante un pomeriggio di shopping in centro, una tappa al bar Perla in via Mestrina può essere la soluzione migliore: la vetrina è affollata da montagne di tramezzini freschi e super farciti, come solo in questa zona sanno fare.20140509_164104

Se invece avete voglia di un gelato per rinfrescare la giornata i consigli che vi voglio dare sono due: La bottega del gelato, in via Garibaldi, con il suo famoso gusto alla meringata (scoperto grazie a Liz *-*) che è l’apoteosi della cremosità e a quanto pare celebre anche per le granite siciliane che però non ho mai assaggiato e una gelateria di cui non ricordo il nome in via Barcella, praticamente in piazza Ferretto, in cui il gelato è davvero buonissimo nonostante il ragazzo al bancone sia un po’… particolare ed il pistacchio costi di più degli altri gusti. Trovare un ottimo gelato in centro a Mestre è stata un’impresa, dopo vani tentativi con esiti deludenti però questi si sono rivelati indirizzi da ricordare. Per un gelato un po’ più “ignorante” ma divertente di sicuro Mu è quello che ci vuole: si prende la coppetta, si tirano le levette per far scendere il gelato e poi si aggiungono topping, granellini, panna, biscotti e schifezze di ogni genere, il prezzo va a peso. Questa gelateria si trova dentro al nuovo cinema IMG in piazzale Candiani.

Aperitivo

Uno dei luoghi che preferisco per far un aperitivo a Mestre è l’Osteria la Bissa, all’inizio di via Garibaldi, proprio alla fine di via Palazzo. Il locale è stato aperto da circa un anno, l’ambiente è curato, il personale gentile e vino e cichetti sono buoni, con sempre una scelta. L’ultima volta ho bevuto un hugo, lo “spritz” trentino a base di succo di sambuco e prosecco, molto dolce ma un’alternativa al solito aperol. Sul bancone sempre presenti fritti di vario tipo, crostini e paninetti.Acqua Alta Mestre

In alternativa si può anche scegliere l’Acqua Alta che già ho nominato o il Bistro La Feltrinelli, diversamente anche il Napa, che si trova accanto al centro commerciale Le Barche, è da prendere in considerazione.

Cena

Già ne avevo parlato su Viaggi Low Cost, l’osteria Lupo Nero si trova nel centro di Mestre, in una traversa di piazza Ferretto, io ci sono stata a pranzo il giorno di Pasquetta. Questo luogo è però perfetto per una cena a base di cichetti o di cucina tradizionale veneziana magari assaggiando i tipici bigoi in salsa o il fegato alla veneziana. Ricordo che il personale è stato davvero gentile e disponibile, l’ambiente è molto spartano ma accogliente. C’è anche la possibilità di sedersi ai tavolini all’esterno o vicino al bancone per fare un aperitivo veloce.

Per una cena a base di pizza direi che il Palco è la soluzione migliore, questo locale un po’ stravagante nell’arredamento, si trova accanto al Teatro Toniolo, vicino a piazza Ferretto. Le pizze sono buone e sempre super farcite, quindi consiglio di evitare antipasti o altro prima. Ricordo un personale non particolarmente “scoppiettante” ma nel complesso questo posto mi piace, sia per l’atmosfera sia per la particolarità di alcune pizze.Pizza Kofler Mestre

Per una serata tra amici si può pensare a due opzioni:
il Kofler, un grande locale su due piani stile pub dove si può mangiare un po’ di tutto, dalla pizza al club sandwich, dalle grigliate alle insalatone, passando per alcuni piatti bavaresi. Luogo perfetto per amanti della birra. I prezzi sono nella media, di solito la cosa che influisce più di tutto è il coperto che, se non ricordo male, costa 3€. Il Kofler si trova vicino a piazza Feretto, a sinistra del Teatro Toniolo.
il BEFed è un pub che fa parte di una catena e che si trova in via Ancona. Anche questo è il posto giusto per chi apprezza la birra, il protagonista del menù è però il galletto arrosto con le patatine (anche se ci sono pure panini e taglieri), da leccarsi le dita! La cosa divertente è che mentre che si aspetta si possono mangiare manciate di noccioline e buttare sul pavimento i gusci.

Post – cena

Diciamo che non ho fatto grandi serate di follie a Mestre, le due possibilità che potrei suggerire sono il pub Scarpon, con la tipica atmosfera e menù da birreria, si può anche mangiare e c’è un bel po’ di spazio a sedere, è di sicuro la soluzione migliore soprattutto in inverno; rimane aperto fino a tardi ed ha tanta scelta soprattutto per quanto riguarda le birre. L’alternativa durante la bella stagione è di andare a Forte Marghera dove c’è il Gatto Rosso, vari altri locali e quasi sempre eventi con musica dal vivo.

Annunci

3 pensieri su “Mangiare a Mestre, una soluzione per ogni ora del giorno

  1. Ciao chiara!
    Scopro solo ora il tuo blog ma me ne sono già innamorata! Bello complimenti!
    Se sei ancora dalle parti di Mestre passa per il Galivm così ti offro una birra!
    Un abbraccione e buona fortuna per tutto

    • Che bello ricevere commenti come il tuo 😀 mettono di buon umore!
      Ti ringrazio per l’apprezzamento..purtroppo non sono più a Mestre “fissa”, ma tornerò di sicuro. Grazie per l’invito intanto 🙂

  2. Pingback: Mangiare a Oria e dintorni – Virgilio Oria – Notizie | cerchi un posto dove mangiare ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...