Mangiare a Ravenna, qualche consiglio per pranzo, merenda e cena

Fricandò

Che andare in Romagna significhi mangiare bene è praticamente sottinteso quindi ho deciso di immolarmi per la causa nei giorni trascorsi a Ravenna e darmi alla pazza gioia godendomi un weekend di cose buone. Dopo aver spulciato i blog di varie persone fidate e ricevuto consigli anche dalla proprietaria del B&B Corte Callegari, in cui abbiamo dormito, ecco che posso darvi i miei di consigli.

Pranzo

La Piadina del Melarancio, è una piadineria nel cuore del centro storico. All’ingresso si ordina scegliendo tra le opzioni proposte di piadine e crescioni, dopo aver fatto lo scontrino e pagato ci si accomoda nelle salette interne e si aspetta che il numero assegnato venga chiamato. Sia le piade che i crescioni sono davvero buonissimi, la pasta un po’ altina e tanto ripieno, me le sogno ancora! Anche se dall’ingresso non si nota qui c’è molto spazio all’interno del locale: tavoli e tavolini riescono ad accogliere alcune decine di persone su due piani, quindi anche se siete un gruppetto qui si può trovare posto senza problemi, anche se all’ora di pranzo, anche durante la settimana sembra essere spesso affollato. I prezzi di piadine e crescioni variano dai 3,50€ ai 5€ circa.
La Piadina del Melarancio
via IV Novembre 21 – 23 – 31
tutti i giorni 11.30 – 20.30

Piadineria Cupido

Piadineria Cupido, non fatevi ingannare, questa non è solo una piadineria ma moooolto di più. Nascosta in un cortiletto interno, cui si accede da una delle vie peincipali del centro, proprio a due passi da San Vitale, lo spazio che offre non è molto, ma nella bella stagione si può approfittare dei tavolini all’aperto. Da Cupido si possono assaggiare piadine di ogni tipo, anche adatte a vegetariani e vegani e a chi soffre di allergie o intolleranze, viene proposta infatti una piadina di farina di kamut fatta con l’olio. Qui però si viene anche per un altro motivo: la pasta fresca. Il bancone è un tripudio di tortellini, cappelletti (o come si chiamano a Ravenna?), tagliatelle, strozzapreti, passatelli & co. che possono essere anche mangiati lì, cotti sul momento e conditi con il sugo scelto. Per mangiare qui si spende generalmente tra i 5€ e i 10€.
Piadineria Cupido
via Cavour 43a
054437529 – piadacupido@yahoo.it
Dom – Mer 10 – 16; Gio – Sab 10 – 21

Merenda

Caffè Letterario, dopo una giornata trascorsa a camminare tra luoghi culturali questo è il rifugio perfetto per rifocillarsi e saziarsi con un  pancake, tisane e dolcetti di vario genere sfogliando un libro e chiacchierando. Lo spazio è tanto, ci sono alcuni tavolini all’ingresso e altri grandi nella ampia sala accanto; quest’ultima viene utilizzata anche per incontri ed altre iniziative. A quanto pare (almeno così dice il sito internet) in questo locale è anche possibile pranzare o fare l’aperitivo e nel weekend fare un bel brunch.
Caffè Letterario
via Armando Diaz 26
0544 216461 – caffeletterario.ra@gmail.com
Lun – Sab 7 – 20; Dom 8.30 – 14.30

Cena

Ca’ de Ven, non si può trascorrere un weekend a Ravenna senza mangiare almeno una volta qui. Tanto ne avevo sentito tessere le lodi che quasi ero tentata per ripicca di non andarci… ma la golosità e la curiosità hanno preso il sopravvento quindi sono andata a provare di persona. La prima serata ho cenato proprio qui e devo dire che tutti i complimenti sentiti da altri sono veramente meritati. L’ambiente è informale nonostante la qualità del cibo e il fascino dell’edificio in cui il ristorante si trova: insomma, non è da ogni giorno mangiar piadina sotto un soffitto affrescato del cinquecento. Tra i piatti abbiamo scelto: ravioli ricotta e pere con burro nocciola e dragoncello, carbonara di tonno, tagliata di pollo, piadina ai cereali, pannacotta con mousse allo zafferano. Non sto qui a raccontarvi la bontà di tutti questi piatti, vi dico solo ANDATE, CORRETE alla Ca’ de Ven. Non c’è proprio scusa per non provarla, anche perché pure i prezzi sono dalla vostra visto che quello elencato prima, più vino ed acqua noi l’abbiamo pagato 55€ e si può anche prendere una semplice piadina a circa 5€ (sul sito web si trovano tutti i prezzi).
Ristorante Enoteca Ca’ de Ven
via Corrado Ricci 24
0544 30163
Chiuso lunedì; Mar. – Dom 11 – 14.15 18.30 – 23

Ca de Ven

Fricandò, la seconda sera la scelta è ricaduta su questo locale, due passi fuori dal centro storico di Ravenna, vicino al B&B Corte Callegari e anche alla Basilica di San Vitale. Un po’ scelto “a naso” un po’ guardando qualche recensione online. Siamo stati accolti e accompagnati in una saletta posteriore, una sorta di veranda chiusa molto intima e dall’atmosfera accogliente. Dopo aver iniziato con un tagliere di salumi buonissimi accompagnati dall’immancabile piadina ancora calda, la scelta è nuovamente ricaduta sui primi: sfoglia lorda (due strati di pasta all’uovo con in mezzo un sottile strato di ripieno di carne) con ragù bianco di coniglio e rucola, ravioli di agnello e carciofi e una torta di frolla ripiena di crema pasticcera, pan di spagna e meringa (le fette sono enormi!). La spesa finale è stata di 50€, un conto davvero ragionevole e le porzioni sono più che generose. Per chi non vuole cenare ma preferisce qualcosa di più “soft” consiglio di fermarsi nella prima parte del locale e far un lungo aperitivo a base di salumi appena affettati e piadina.
Fricandò
viale Maggiore 7
0544 212176 – 338 3759167
Tutti i giorni 7 – 24

Due suggerimenti extra, che non siamo riusciti a provare perché pieni, ma che ci sono stati consigliati dalla proprietaria del B&B in cui abbiamo soggiornato sono

Il Labirinto del Gusto, è un ristorante elegante ma non formale con un menù particolare ed invitante, che si trova in via Mentana 23, giusto dietro alla centralissima Piazza del Popolo. Apre a pranzo solo sabato, domenica e nei festivi tra le 12.30 e le 14.30; a cena ogni giorno tra le 19.30 e le 23.30; il lunedì è chiuso. Le prenotazioni sono consigliate (non fate come me!) perché il locale è davvero piccolino: tel. 0544 34957 – cell. 391 4656462.

La Rustica invece è in via d’Azeglio 28, in centro ma un po’ fuori dalle vie più frequentate: una piccola trattoria che propone piatti della tradizione romagnola. Ogni giorno apre dalle 12 alle 14.30 e poi tra le 19 e le 22.30; anche in questo caso, viste le dimensioni del locale, è meglio telefonare per riservare un tavolo: 0544218128.

Annunci

2 pensieri su “Mangiare a Ravenna, qualche consiglio per pranzo, merenda e cena

  1. Ottimi consigli! ci siamo stati un paio d’anni fa in vespa e ci siamo ripromessi di tornare a Ravenna con più calma, è una città che merita davvero!!Ciaoo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...