Giardino Inglese di Monaco di Baviera: consigli per visitarlo

Chinesischer Turm - Torre Cinese

Quando me l’hanno detto io mica ci credevo: a Monaco c’è un parco, gigante, enorme, più grande dei suoi fratelli famosi Central Park e Hyde Park. Si chiama Englischer Garten (o Giardino Inglese) e si trova proprio nel centro storico del capoluogo bavarese, appena dietro la Residenz, e la sua ampiezza raggiunge ben 3,7 km².
Io l’ho scoperto e visitato durante il mio primo #MinubeTrip dedicato proprio alla scoperta di questa città.

Il nome del giardino deriva dallo stile con cui è stato realizzato, non più italiano, ordinato e razionale come era di moda fino a quel momento, ma “inglese” come se le forme delle piante, la loro posizione, i prati e la collocazione di canali e laghetti al suo interno, fossero spontanee e naturali.

Realizzato alla fine del ‘700 per volontà del principe Karl Theodor su progetto dell’americano Benjamin Thompson in pochi anni prende forme simili a quelle attuali, divenendo anche il primo parco europeo ad essere (in parte) pubblico. Questo grande giardino è diviso in due da una strada: la parte più vicina al centro, quella che ho visitato io è quella più frequentata e animata, mentre la zona più settentrionale, chiamata Hirschau, è decisamente più tranquilla. 

Biergarten della Torre Cinese

Dopo questa “infarinatura” di storia e informazioni si arriva alla sostanza: cosa c’è da vedere all’interno del Giardino Inglese? Cosa si può fare per goderselo?

Il mio primo approccio al giardino è stato arrivando alla Chinesischer Turm (Torre Cinese): una struttura che nessuno si aspetta di trovare nel cuore della Baviera, una vera e propria pagoda di 25 metri in legno, a dimostrazione di quanto si diffuse la moda cinese in quel periodo storico. Non è più quella originale del 1790 che è stata distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale, ma ne è un’identica copia, ricostruita negli anni ’50. Al secondo piano della torre (che in nessuna delle sue parti è accessibile al pubblico) durante la bella stagione, si esibiscono gruppi tipici locali che allietano con musica bavarese chi si trova ai tavoli del biergarten sottostante.
Proprio dietro alla Torre cinese, tra l’altro, ci hanno raccontato che c’è pure una piccola giostra per bambini, di quelle storiche, che però in quel momento era chiusa per la pausa pranzo. Se avete dei pargoli al seguito sono sicura che apprezzeranno!

Self Service Biergarten

Proprio sotto la Torre Cinese si trova il più grande tra i “giardini della birra” di Monaco: sono 7000 i posti a sedere sotto i castagni che regalano un po’ di ombra nelle giornate di sole e che definiscono anche l’apertura e la chiusura della stagione dei biergarten. Qui ci si può fermare a mangiare al self-service che permette di assaggiare alcune delle più famose specialità bavaresi: salsicce, cosciotti, polletti e altri tipi di carne, patate in ogni forma, freschissimi e morbidi brezel, a cui si sono aggiunte ultimamente anche proposte più leggere (insalate, couscous, paste fredde e simili), il tutto ovviamente annaffiato da boccali di birra (non preoccupatevi, non c’è solo quella, m anche bibite varie e acqua!). I prezzi non sono bassissimi, giusto per fare un esempio i vari piatti di carne costano mediamente sui 7,50€, cui si possono accostare contorni, antipasti e dolci. Le porzioni sono super, perfette da condividere, quindi penso che con 15€ si possa uscire più che soddisfatti!

Sempre nella zona sud dell’Englischer Garten si trova anche un’altra cosa decisamente inusuale: l’onda statica sull’Eisenbach, uno dei canali che percorre il giardino. Qui durante tutto l’anno, anche col freddo, si trovano surfisti che sfidano l’onda che si crea proprio nel punto in cui questo corso d’acqua si immette all’interno del parco; guardarli volteggiare sull’acqua è magnetico, da rimanere lì per ore.

Onda statica Eisenbach

A breve distanza si trova un’altro angolo d’Oriente: la Japanisches Teehaus, donata in occasione delle Olimpiadi del 1972, a cui si affianca anche un giardino che segue lo stesso stile. Tutt’oggi si svolge regolarmente, due volte la settimana, la cerimonia del té cui è possibile prender parte (8€ prezzo pieno, 4€ ridotto, penso sia necessario prenotare con abbondante anticipo perché il numero di partecipanti è limitato).

Una delle cose che è mancata alla nostra visita è stato di vedere un’altro simbolo del giardino: il Monopteros, un tempietto in stile classico posizionato su una collinetta artificiale, da cui a quanto pare si gode di una bella vista sulla città.

Riscò Pedalhelden

I modi per visitare questo immenso giardino sono tanti: a piedi, in bici, ma anche, come abbiamo fatto noi, a bordo di un risciò (che tra l’altro ho scoperto che si dovrebbe scrivere rickshaw!). I ragazzi di Pedalhelden ci hanno portato alla scoperta dei vialetti dell’Englischer Garten e del grande Kleinhesseloher See, un lago pieno di anatre, dove si può anche noleggiare un pedalò e sulla cui riva si trova un’altro grande biergarten. Di sicuro questo è una delle soluzioni più belle per godersi tutta quest’area per poi magari scegliere qualche angolino particolare dove rilassarsi o in cui addentrarsi autonomamente.

Kleinhesseloher See

Il nostro itinerario in risciò però non si è limitato solo al Giardino inglese ma ha sconfinato nel vicino quartiere universitario, un’area tranquilla, piena di aree verdi, musei, baretti e localini, una zona cui dedicherei un po’ di tempo sicuramente in un futuro viaggio a Monaco!

Se volete dare un’occhiata a tutte le tappe del nostro MinubeTrip dedicato a #SimplyMunich visitate lo Storify dedicato.

Annunci

Un pensiero su “Giardino Inglese di Monaco di Baviera: consigli per visitarlo

  1. Pingback: Monaco oltre la birra e l’Oktoberfest | Riako

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...